Biagio Marin e Anna De Simone nel 1983

Biagio Marin

Biagio Marin (Grado, 1891-1985) è uno dei massimi poeti del Novecento. Si è formato tra Gorizia, Pisino, Firenze e Vienna in un clima culturale aperto e ricchissimo, senza mai rinunciare a una sua radice popolare e insieme sapienziale e mistica. Laureatosi in filosofia a Roma, insegna nelle scuole superiori e poi è bibliotecario a Trieste. Autore di incantevoli prose memorialistiche da L’isola d’oro a I delfini di Scipio Slataper, come poeta è rimasto fedele al dialetto di Grado. Le sue poesie sono raccolte nei tre volumi de I Canti de l’isola e nelle Poesie (1981) a cura di Claudio Magris e Edda Serra, che a Marin ha consacrato gran parte della sua vita di studiosa e grazie alla cui curatela Il Ponte del Sale ha pubblicato nel 2020 il carteggio intrattenuto da Biagio Marin con l’amica Anna De Simone, intitolato Lasciami il sogno. Carteggio 1982-1985.