Carlo della Corte

Carlo della Corte, poeta, narratore e saggista, nasce nel 1930 a Venezia, città dove esercita la professione di giornalista presso la sede della RAI. Dopo l’esordio poetico con Cronache del gelo (Schwarz 1956), pubblicò svariate raccolte, tra cui La rissa cristiana (Rebellato 1959) e Versi incivili (Mondadori 1970). Sul versante narrativo numerosa è la sua produzione che annovera romanzi di rilievo come I mardochei (1964) e Di alcune comparse, a Venezia (1968), entrambi editi da Mondadori. È amico di Fellini, Sereni, Noventa, Valeri e Zanzotto. Si interessa di fumetti, cinema e fantascienza. Dopo una serie di vicissitudini che lo segnano profondamente scompare nel 2000 al Lido di Venezia. Nel 2021 il Ponte del Sale ha pubblicato la raccolta Il cauto emblema. Poesie 1945-2000, a cura di Pasquale di Palmo.