Diego Valeri

Diego Valeri (Piove di Sacco, 1887 – Roma, 1976) è stato poeta e traduttore lirico tra i più raffinati del Novecento. Laureatosi a Padova in Lettere nel 1908, dal 1926 si stabilisce a Venezia, sua città d’elezione, anche dopo aver ottenuto la cattedra di Letteratura francese a Padova (la città “materna”). Antifascista, nel 1931 lascia l’insegnamento per un impiego più defilato presso la Soprintendenza dell’arte di Venezia. Nel 1943, con l’ingresso dei nazisti in laguna, scampa a un mandato d’arresto nascondendosi in diverse città italiane e infine espatriando in Svizzera. Al rientro in Italia nel 1945, riprende la docenza a Padova. Tra le sue numerose pubblicazioni vanno ricordate le prose Guida sentimentale di Venezia (1942) e Giardinetto (1974), le antologie di traduzioni Lirici tedeschi e Lirici francesi (1959 e 1960), la raccolta di saggi Tempo e poesia (1962) e le consuntive Poesie scelte (1910-1975), uscite nel 1977. Il Ponte del Sale ha pubblicato nel 2022 Il mio nome sul vento. Poesie 1908-1976, un’antologia a cura di Carlo Londero, comprensiva anche di alcune traduzioni poetiche dal francese e dal tedesco.