Giovanni Amos Comenio

Jan Amos Komenský (1592-1670), latinizzato in Comenius, in italiano reso con Giovanni Amos Comenio, fu un importante filosofo e pedagogista di origine morava. Rimasto orfano giovanissimo di entrambi i genitori, visse le difficoltà dell’assenza di un’educazione scolastica, finendo tuttavia per dedicare allo studio la sua intera esistenza. Famoso il suo ideale di Pansofia: la persuasione che, trovato il modo opportuno, si potesse insegnare tutto a tutti, interamente. È considerato l’iniziatore della didattica moderna. Le sue opere principali sono: Orbis sensalium pictus (1658) – il primo libro illustrato per l'infanzia –, Janua linguarum reserata (“La porta delle lingue aperta”) – in cui Comenio mette a confronto la lingua nazionale con il latino – e Labyrint světa a ráj srdce (“Il labirinto del mondo e il Paradiso del cuore”, 1631) – il quale, scritto in lingua boema nel corso di quasi un quarantennio, non può essere definita un'autobiografia, ma rappresenta sicuramente la via migliore per conoscere la sua straordinaria figura di intellettuale perseguitato ed esiliato all'epoca delle guerre di religione in Europa.