Foto di María García

Marie José Tramini Paz

Marie José Tramini Paz (1934-2018), anche conosciuta come Marie-Jo Paz, fu artista plastica, editrice e poetessa francese. Nata in Corsica nella famiglia di un medico, ebbe una buona educazione letteraria e si sposò per la prima volta con un diplomatico francese, al seguito del quale giunse in India. Lì, nel 1962, conobbe Octavio Paz, al tempo ambasciatore, e lo sposò due anni dopo, nel 1964, nel giardino dell’Ambasciata messicana di Nuova Delhi (Paz si era separato dalla sua prima moglie, la scrittrice Elena Garro, nel 1959). Da allora visse sempre con lui, diventando la sua Musa e il suo “splendore” (El mono gramático). Di Marie Jo il poeta diceva: «è stata il meglio che mi sia capitato nella vita, dopo l’essere nato». Il Ponte del Sale ha pubblicato Figure e figurazioni (2018), un dialogo profondo e intenso tra le sue opere plastiche e le poesie del marito nate da queste. Oltre a queste opere, apprezzate da amici del calibro di Joseph Cornell, Roman Jakobson, Elizabeth Bishop e Mark Strand, Marie Jo ha scritto anche poesie e testi in francese, alcuni tradotti dallo stesso Paz e pubblicati con lo pseudonimo Yese Amory (il suo anagramma) sulla rivista «Nouveau Commerce» di André Dalmas.