Alba

Senza

 

Sono il solo presente a quest’assenza
totale del resto del mondo:
custodisco nel fondo
della coscienza la sua gaia scienza,
il suo lucore immondo
nel buio pesto della vita senza.

Stefano Strazzabosco 2018 20 6

L’autore

Foto di Alberto Camerotto

Plaquette fuori commercio, realizzata in 120 esemplari numerati, riservata ai soci dell’Associazione.

Poesie di Stefano Strazzabosco
Inchiostro di Fulvio Testa
Prefazione e cura di Marco Munaro

“[…] Strazzabosco ha contribuito ad arricchire in maniera decisiva la nostra conoscenza della poesia di quei paesi [latinoamericani] e al contempo ha affinato e fatto crescere la sua scrittura, unica nel panorama della poesia italiana contemporanea, in una sorta di terra di mezzo tra la nobiltà dell’italiano e l’altra, quella della lingua selvaggia divenuta familiare (lo spagnolo, che è pur sempre la lingua dei conquistadores). C’è in lui, intatto, il fascino di Vicenza, città geometrica e gotica, il ricordo dell’altopiano e del bosco, e di certi sogni come in Parise o in Piovene; e c’è l’allievo della scuola patavina di Mengaldo addestrato sui classici. Queste diverse identità fanno di Strazzabosco, oltre che il poeta che è, anche uno strano personaggio letterario, sfuggente e dal fascino enigmatico. Un’eleganza sopraffina, un’innata surreale ironia e una autentica passione per la bellezza si mescolano in lui con la consapevolezza del nulla e della brevità della vita umana. […] Gli echi letterari che si assiepano in questa poesia nitida, tersa, regolare, ma tesa, fanno a modo loro luce sulla biografia privata (in tutti i sensi): il fantasma della madre, lo spettro del padre, del nonno e dello zio e la tragedia della guerra e poi le figure degli amici e dei maestri scomparsi. Questo cammino avviene come nell’esile spazio calpestabile nell’immenso buio. E il lucore è forse quello che ci mandano i morti, così come i vivi sembrano, nel ricordo, voler scongiurare la paura della morte.”

Dalla Prefazione di Marco Munaro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Alba”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *