Destino d’un poeta: Emanuel Carnevali

Mi racconta il suo male, mi chiede all’improvviso: – È ridicolo il mio male? Ho letto che il male è come il peccato: abbiamo vergogna del male come d’un peccato -. («La malattia è il capriccio di Dio»: è una sua immagine).

Eugenio Ferdinando Palmieri 2014 16 3

L’autore

Fonte: © Fondo Palmieri, Merano

Plaquette fuori commercio, realizzata in 100 esemplari numerati contenenti ciascuno un disegno originale dell’artista, riservata ai soci dell’Associazione.

Articolo di Eugenio Ferdinando Palmieri
Disegni di Giorgio Mazzon

“Toccante e raffinata per cura e intensità, quest’opera pregiata uscita dalla casa editrice di Rovigo che, ancora una volta, sceglie vie di qualità e di memoria imprescindibile.
L’opera è composta dall’articolo di Eugenio Ferdinando Palmieri apparso su «Il Resto del Carlino» il 23 novembre 1934 e qui recuperato in un’edizione grafica notevole, con due disegni di Giorgio Mazzon. Ogni esemplare contiene un’opera originale numerata dell’artista. La copertina ha il volto vivo: carta pregiata in cui si stende e si imprime il segno igneo di Giorgio Mazzon. Curata da Marco Munaro, questa gemma editoriale, propone la luce sepolta di un poeta geniale, falciato dalla malattia. […]
Questo tappeto biografico, rintracciabile facilmente nel viario della rete, apre il ritratto di Emanuel Carnevali. Ma la penna acuta, coinvolgente, vibratile di Eugenio Ferdinando Palmieri emoziona in ogni passo e imprime un fiato commosso di avvicinamento: lentamente incontriamo il poeta affiancato dalla sensibilità narrativa del giornalista, fino a sederci con lui nella trattoria di Porta Castello a Bazzano.
Lampi di genialità rompono il guscio della malattia e toccano il petto e le tempie del lettore.
Si beve la luce di questa filigrana coinvolti, addolorati, riflettendo su quanta arte ci sia ancora da imparare e riscattare. Se il dolore precipita gli individui, noi abbiamo mani per scavare, raccoglierne la loro opera, diffonderla e nutrircene.”

Anna Maria Farabbi, blog «Cartesensibili», 12 febbraio 2015

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Destino d’un poeta: Emanuel Carnevali”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *