-5%

Il prezzo originale era: €13.00.Il prezzo attuale è: €12.35.

Ditta al Farabi

Ora che il figlio silenzioso gioca
con l’acqua, con i sassi, con il luogo,
come faceva da piccolo e fa ancora,
la madre prova a cogliere l’ortica
a poco a poco
e ne raccoglie tanta
come faceva a Roma
quando stava in campagna
perché ne verrà buona, stasera, la minestra,
e con questa mentuccia
ci sarà, per secondo, un’insalata
da tanti mesi, ormai, dimenticata.

Giselda Pontesilli 2006 112 9788889615034 7

L’autore

Premio Attilio Bertolucci 2006
Prefazione di Paolo Lagazzi

“Ciò che specialmente colpisce leggendo i testi poetici di Giselda Pontesilli è la loro spaziosità intima. […] Senza mai nulla di idilliaco o arcadico, le dimore vitali di questa poesia irradiano un sentimento sacro del mondo: qualcosa come una religione segreta o primaria, come un seme di rispetto e fiducia annidato in un terreno umile, fasciato da gesti comuni, quotidiani e spontanei. […] Poche volte, nella poesia contemporanea, una voce ci ha toccato con tale semplicità e joie de vivre: finalmente a parlare non è una retorica egolatrico-depressiva o un esibizionismo di trovate mentali, ma una vera, squisita passione narrativa: il resoconto di un piccolo mondo fondato sullo scambio, sull’incontro-scontro con l’altro, sul brivido sottile dell’azzardo, sul piacere continuo della scoperta. Sebbene tutta, in apparenza, calata nel brusìo fermentante e impuro dei giorni, anche questa forma di attività cova in sé qualcosa di irriducibile a un semplice sperpero mondano del tempo: una sorta di segreta luce iniziatica.”

Dalla Prefazione di Paolo Lagazzi

“Non per caso ricorre qui più volte l’aggettivo «unanime», e sovente la realtà, la storia s’intendono, si auspicano quale unificazione di una materia lacerata, nella ricerca di una «bellezza antica e nuova», che mai abbandoni il legame col passato (rappresentato, nella lirica VIl del capitolo VIII, dalla figura paterna le cui orme naturalmente ci si trova a seguire, e le parole a ripetere, finalmente comprese appieno), con una quieta sapienza che sola è garanzia di bonaccia: «L’anima unanime di ogni bella cosa / ci esalta, ci riposa».”

Idolina Landolfi, «Stilos», 2006

“Si tratta senza dubbio dell’opera più compiuta della Pontesilli, una sorta di anomalo romanzo in versi incentrato su un tema atipico nel panorama poetico contemporaneo come quello del commercio.”

Pasquale Di Palmo, «Letture», N. 627, maggio 2006

“C’è un che di incantevole nella tramatura dei versi che, con rime sabiane e scorci quotidiani, raccontano di una piccola attività commerciale e, insieme, di un sogno umanistico da salvare.”

Daniele Piccini, «Famiglia Cristiana», N. 37, settembre 2006

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ditta al Farabi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *