-5%

Il prezzo originale era: €20.00.Il prezzo attuale è: €19.00.

Ombre come cosa salda. Il Purgatorio letto dai poeti: canti X-XXVII

Roma 3.37

 

c’è silenzio su Roma e penso sul mondo
intero

 

non ci sono ostacoli per il silenzio che soffia da varsavia

 

c’è un blocco sopra il mondo
o piuttosto un cristallo
o una mandorla mistica di silenzio

 

su di noi
su quel che sta in mezzo
e lontano più lontano

 

un silenzio così perfetto che se tu sospirassi
o tossissi
roma in un attimo sarebbe piena di te
così come tra pochi minuti sarà piena di gabbiani
e di voci

 


se c’è silenzio anche dall’altra parte

 

se ti permettono di dormire i miei passi
e questa lettera

Jarosław Mikołajewski, traduzione dal polacco di Francesca Fornari

2011 156 9788889615393 6
A cura di Marco Munaro
Illustrato da Antaridi, Disan, Guerrato e dagli allievi del Liceo Artistico “C. Roccati” di Rovigo
Testi

Jarosław Mikołajewski, Massimo Rizzante, Ivan Crico, Gabriela Fantato, Erika Crosara, Domenico Brancale, Danni Antonello, Leopoldo María Panero, Ianus Pravo, Fabio Scotto, Martin Rueff, Alessandro Fo, Luca Arnaudo, Maurizio Casagrande, John Philipp Morre, Isabella Panfido, Ida Vallerugo, Roberta Dapunt

“Nell’atto di raccogliere i materiali relativi ai canti X-XXVII del Purgatorio, desidero ringraziare i poeti che hanno accettato il mio invito a misurarsi ciascuno con uno dei sette peccati capitali, cosí come li ha immaginati e poeticamente espressi Dante. Dico invito, come si dice occasione offerta dal destino, cui non dobbiamo sottrarci.
Questa volta è stato ancora più forte il desiderio di riconoscere nella poesia dei poeti contemporanei i segni della presenza dantesca e insieme la volontà di provocarli a scrivere non solo un commento al canto quanto piuttosto una giustificazione o premessa ad un autonomo testo poetico inedito (come poi è quasi sempre avvenuto). Ne sono particolarmente lieto, e così questo quaderno viene sempre più ad assomigliare a una prova del futuro.”

Dalla Premessa di Marco Munaro

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ombre come cosa salda. Il Purgatorio letto dai poeti: canti X-XXVII”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *